Radical Chic

Hanno la bocca piena di parole belle e vacue, di intenzioni nobili lasciate su carta. Usano espressioni come “Non sopporto le mentalità inquadrate”, “Sono una persona senza pregiudizi” o “uno spirito libero”, “Preferisco non definirmi: odio le classificazioni!”.

Seguono filosofie orientali, sono convinti di avere una mente aperta, si reputano anticonformisti e innovativi, conducono uno stile di vita sano: tisane depurative, yoga, alti principi etici. Sono convinti di possedere il fuoco della verità.

Non si preoccupano delle contraddizioni insite in ciò che dicono, figurarsi del divario tra ciò che predicano e ciò che realmente fanno. Ma, grande o piccolo che sia, hanno sempre al proprio seguito un pubblico con bava alla bocca e occhi sgranati, orecchie tese per ascoltare ancora una volta quel nulla dorato, talmente banale da renderti telepatica: sai già quello che sta per essere detto, ancora prima che sia detto.

Anche stasera è la stessa storia. Chi te l’ha fatto fare di concedergli una chance?
Sorridi, scuoti la testa, butti giù un altro sorso di birra. Di fronte a te, due possibilità: Entrare nel vivo del discorso e smontarlo pezzo per pezzo oppure lasciar perdere e pensare ad altro. Ma è più forte di te, non ce la fai, devi intervenire, anche a costo di interrompere la descrizione della loro ultima, illuminante lettura.

Come volevasi dimostrare, hai di fronte tipi “aperti ad ogni cultura e religione” fino a quando non gli citi, a titolo d’esempio, le tue.

Controindicazioni: una volta posto il dubbio sulla loro coerenza, avrai tutti gli occhi puntati addosso. Ma non lasciarti intimorire, i passi successivi sono prevedibili tanto quanto i precedenti: prima cercheranno di abbatterti con citazioni ricordate male, poi muoveranno le loro accuse scontate. Qualsiasi cosa tu dica, stanne certo: saranno loro a prendersi gli applausi finali. Seguiti dalla decisione di andare altrove con la propria cricca, perché certi discorsi non sono per tutti e c’è chi “proprio non riesce a capire”.

Così ha fine anche la tua serata: dopo aver sproloquiato sul rispetto e sulla salute e sulla pace nel mondo, si infilano le giacche con collo di pelliccia, dimenticano la luce accesa e vanno a proseguire i loro bei discorsi in grandi ville con piscina. Più omologati di coloro che essi stessi criticano, ma convinti di essere l’alternativa.

Ma tranquilla: una volta lasciata sola, potrai ritenerti fortunata: nessuno ti inviterà al prossimo incontro.

suonodistorto_radical_chic

Annunci

Un pensiero su “Radical Chic

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...